Cannabis senza fumare? 4 alternative per farlo

logo bcn kush

È logico che, quando si parla di cannabis, viene subito in mente l'immagine di chi la consuma fumandola. Tuttavia, noi di BCN Kush, pur amando questo modo di fare, vogliamo anche rendere visibili molte altre alternative per farlo. 

Vaporizzazione, edibles, succo di cannabis, torte, bevande... Ci sono molti tipi diversi di cannabis. alternative all'uso della cannabis dal formato più tradizionale. E molti di essi sono anche meno dannosi per la salute. 

Qual è il problema del fumo di cannabis? Negli articoli precedenti abbiamo già parlato delle differenze tra il fumo di cannabis e quello di tabacco e, sebbene il primo sia molto più salutare del secondo, ci sono alcuni aspetti molto importanti da tenere a mente che può essere dannoso per la salute. Il problema principale si trova nella combustione. Quando la materia vegetale viene bruciata, i legami chimici tra gli atomi di carbonio delle piante vengono spezzati. Questo è il modo in cui avviene: l'atto di inalare il fumo della combustione di sostanze vegetaliche si tratti di tabacco, cannabis o di una miscela dei due, espone l'organismo direttamente a queste sostanze chimiche.

Alternative al consumo di cannabis senza fumare

A causa di questi rischi, molti consumatori di cannabis sono alla ricerca di nuovi modi più sani per consumare la cannabis. Ne analizzeremo quattro: 

Vaporizzatori

Se confrontiamo il fumo con il vaping, possiamo notare che, con questa alternativa, ci sono molti benefici per l'organismo. Questo perché I vaporizzatori sono progettati specificamente per il riscaldamento della cannabis. e/o altri alla temperatura ottimale per estrarre i loro composti essenziali, ma senza bruciarli. Inoltre, è anche un'alternativa molto conveniente rispetto a più economicoEsistono vaporizzatori di tutte le dimensioni e stili. Scegliete il vostro e tenete presente il controllo della temperatura: idealmente tra 180º e 200º. 

Prodotti commestibili

Abbiamo tutti sentito parlare del tipico "brownie alla marijuana. giusto? In realtà, se state cercando uno dei metodi più salutari per consumare cannabis, l'ingestione è uno di questi, perché quando viene ingerita (o bevuta), entra direttamente nell'organismo senza creare sostanze pericolose. Ma attenzione, quali sono le quantità giuste per una buona assunzione?  

In caso di dubbio, noi di Roots & Raisers consigliamo di consumare poco per volta e di essere sempre consapevoli delle quantità, chiedendo alla persona che ha cucinato o cotto. Questo processo dà la possibilità di sperimentare gli effetti della cannabis dopo molto tempo dall'ingestione, poiché devono essere digeriti e assimilati dall'intestino.

Pomate o unguenti topici

Si tratta di prodotti che, come si può intuire, sono fatti di estratti di cannabis e vengono applicati sulla pelle. Questi prodotti mirano ad alleviare il dolore fisiologico e spesso contengono cannabinoidi come il THC o il CBD e molti altri ingredienti, tra cui aloe vera e lavanda. 

Questi prodotti sono praticamente innocuo per l'organismoDi solito non raggiungono il flusso sanguigno e non producono effetti psicoattivi. 

Sottomarino

Questo è forse il più noto dei quattro metodi sopra descritti. Cosa significa? "fare un sottomarino".? Innanzitutto, si tratta di un'esperienza comunitaria, che consiste nel fumare o vaporizzare collettivamente mentre diversi consumatori inalano il fumo di cannabis contemporaneamente. in uno spazio piccolo e chiuso.

Tuttavia, in termini di salute, si tratta di un metodo controverso, in quanto può portare alla privazione di ossigeno, dato che il fumo viene inalato a ogni respiro.

Alcuni di questi metodi stanno iniziando a guadagnare popolarità nella comunità della cannabis, sia per il valore, i benefici economici e per la salute, sia semplicemente per il punto di vista della "stranezza". Qual è il vostro preferito? 

Lascia un commento

it_IT